Webserver semplice e rapido per testare siti in locale su linux

Negli ultimi tempi mi sono ripromesso di mettere mano ad un sito web amatoriale che devo cominciare a gestire da circa 1 anno…

Per fare alcune prove volevo installare un webserver in locale sul mio pc, ma non volevo perdere tempo  (andrà tutto su un hosting gratuito online), diciamo che mi serve solo per testare il sito e gestire l’aspetto grafico.

Mi sono ricordato di un progetto che avevo testato su $finestre XAMPP.

XAMPP è un ambiente completo di Apache, PHP, MySQL, ProFTPD…..
Insomma tutto quello che serve per mettere in piedi velocemente un webserver che funzioni.

La scelta è caduta su XAMPP per diversi motivi
Multipiattaforma
“portable” sia per linux che per win
lo avevo già provato
Fa tutto lui.
😉

Una volta scaricatolo dal sito http://www.apachefriends.org è sufficiente scompattarlo nella directory /opt ed il gioco è fatto!

Ecco i comandi per usarlo sotto Ubuntu linux
Scarichiamo il file da questa pagina
apriamo un terminale nella directory dove abbiamo il file scaricato e lanciamo
sudo tar zxvf xampp-linux-nostraversione.tar.gz -C /opt
inseriamo la password
per farlo partire
/opt/lampp/lampp start

Apriamo un browser e come url mettiamo http://localhost
Il gioco è fatto!
i siti di default andranno messi in
/opt/lampp/htdocs
ad esempio creiamo una cartella test in /opt/lampp/htdocs  (/opt/lampp/htdocs/test) mettiamoci un file html e dal browser lanciamo
http://localhost/test/paginahtml.html
ed ecco il nostro “sito”

Ora il limite sta nella nostra fantasia e voglia di “cimentarci”
😉

NOTA BENE:

Ci sono alcuni limiti con questa scelta e sono riportati nella documentazione standar.
Da notare bene:

  • L’amministratore di MySQL (root) non ha password.
  • Il demone MySQL è accessibile via network.
  • ProFTPD usa la password “lampp” per l’utente “nobody”
  • phpmyadmin è accessibile via network
  • gli esempi di default sono accessibili via network
  • MySQL ed Apache hanno utente “nobody”

Per sistemare alcuni problemi inerenti la sicurezza lanciare il comando

/opt/lampp/lampp security

Che fa partire un piccolo security check che sistema alcune cose, ad esempio mette gli “esempi” sotto password con utente “lampp” e password “lampp”.

In conclusione è un ottimo tool per i test, ma non mi sentirei di consigliarlo per la pubblicazione reale di siti.

Ciao
Runner75

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: